Idee regalo DIY: la candela fatta in casa

Cercate un regalo last minute? Provate a farlo voi! Noi dell’Alveare, si sa, non amiamo i centri commerciali e siamo per i doni fatti in casa (o in cucina). E allora rimbocchiamoci le maniche e prepariamo una fantastica candela fatta in casa: bella da vedere e super profumata.

Dubbi? Metteteli da parte! In realtà è molto più facile di quanto possa sembrare.

Anzi, per accontentare fidanzato e amiche, realizzeremo in poche mosse due candele fatte in casa diverse: una candela da massaggio e una ornamentale.


1- Candela da massaggio, una coccola natalizia


#Versione lunga – Tempo di preparazione: 25 minuti.

La candela da massaggio, nota per essere una vera cura nutriente e lenitiva per la nostra pelle, possiede uno squisito aroma di spezie e ci accompagna in qualsiasi viaggio.


candela fatta in casa in un barattolo

© Olivier Cochard

 


Occorrente:

  • Cera d’api bianca in scaglie (30g)
  • Burro di karité (30 g)
  • Olio vegetale a scelta: sesamo, jojoba… (30 ml)
  • Mix di spezie o cannella (1 cucchiaino o 20 gocce di oli essenziali)
  • Uno stoppino
  • Un barattolo di recupero

candela fatta in casa

© Olivier Cochard


In un pentolino versate cera d’api, burro di karité e olio vegetale. Fate sciogliere a bagnomaria. Aggiungete le spezie o l’olio essenziale che preferite. Mescolate bene. Aspettate qualche minuto. Immergete la base metallica dello stoppino nella cera fusa per farla affondare sul fondo del candeliere di recupero. Mantenete la miccia dritta con una molletta, un paio di bacchette di legno cinesi (non staccate) o solo due matite. Aspettate ancora due minuti. Una volta che la miccia è attaccata e tagliata nella misura adatta, versate la cera fusa rimanente.


candela fatta in casa

© Olivier Cochard

<< Per qualcuno accendere candele di cera d’api può essere un trattamento efficace contro allergie, asma e febbre da fieno. >>


Consigli per il benessere

Accendete la candela quindici minuti prima del massaggio. Spegnete la fiamma e attendete qualche istante (da cinque a dieci secondi). Controllate la temperatura versando alcune gocce di candela liquida sul polso; quindi versate l’olio delicatamente sul palmo della mano o direttamente sulla parte del corpo interessata per iniziare il massaggio. L’olio tiepido e profumato distende il corpo, rilassa la mente e ammorbidisce la pelle.

NB: Controllate sempre la vostra candela fatta in casa mentre è accesa, e da spenta conservatela in un luogo fresco.


Candela in rilievo, un gioco da ragazzi


#Versione breve – Tempo di preparazione: 5 minuti

Ecco un bel regalo per le amiche e una bella attività da proporre ai bambini nei giorni di pioggia. Per realizzare questa candela, vi basterà acquistare dei fogli di cera in rilievo da un piccolo apicoltore: tutto il resto molto probabilmente ce l’avete già.


fogli di cera

© Olivier Cochard

 


Occorrente:

  • Fogli di cera in rilievo
  • Filo di cotone da bruciare
  • Uno stampo per biscotti a forma di stella, nuvola…
  • Mani piccole e abili

Prendete il foglio di cera d’api in rilievo. Posizionate il filo in modo che occupi tutta l’altezza del foglio e aderisca bene al suo bordo sinistro. Avvolgete delicatamente il foglio di cera attorno al filo, premendo delicatamente verso il basso per tenerlo in posizione. Tagliatene una parte, se necessario.


taglio del foglio di cera d'api

© Olivier Cochard

Se volete una candela più spessa, usate un altro foglio di cera.

Ritagliate due stelle sul foglio avanzato e fissatele su ciascun lato della candela fatta in casa.

Buon Natale, viva la luce!


E se cercate altre idee per regali fatti in casa, provate anche:

Tisane fatte in casa, economiche ed ecologiche

Spezie fatte in casa: tre ricette con scorze e bucce

Tre ricette di bellezza fatte in casa


 

 

 

 

 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

Riguardo a

Simona Cannataro

Simona Cannataro

Calabrese trapiantata a Torino, studia e lavora nella comunicazione fino a quando la passione per il cibo buono non la porta dritta all’Alveare che dice Sì! Quando non si occupa di postare sui social e scrivere sul blog, viaggia in Vespa alla ricerca di nuovi posti dove andare a mangiare.

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *