10 idee per usare le castagne (in cucina e non solo)

Autunno, castagne e tante idee

Con l’arrivo dell’autunno possiamo finalmente ritrovare le nostre amate castagne. Tutti aspettano di gustarle, seduti comodamente sul divano al riparo dalle prime ondate di freddo. Ma, al di là delle caldarroste, ci sono tantissime idee per cucinare (e non solo!) le vostre castagne.


Frutta e verdura di stagione a novembre


@Domitille Langot


Innanzitutto: come sbucciare le castagne (senza bruciarsi troppo le dita)

La prima difficoltà è quella di rimuovere le bucce delle castagne senza rovinarsi la manicure, ma anche di sbarazzarsi della seconda pelle amara e astringente. Ecco il nostro metodo infallibile:

Lavate le castagne. Usando un coltello affilato, incidete circolarmente la buccia vicino alla base. Questo è il passo più delicato. Dopo, sarà tutto più semplice!

Mettete le castagne incise in una casseruola e riempitela di acqua. Aggiungete un cucchiaio di olio (un piccolo consiglio che ammorbidirà la buccia). Portate a ebollizione e lasciate sobbollire per tre minuti. Scolate, mettete tutto in un piatto e cuocete per dieci minuti in forno preriscaldato a 180°C.

Lasciate raffreddare per alcuni minuti per evitare di scottarvi le dita, ma sbucciatele comunque finché sono calde. La buccia e la seconda pelle si staccheranno con facilità.

Ed ecco qua: le castagne sono pronte! Potete saltarle in padella con burro salato e usarle per accompagnare il pollo o il cappone. Sono deliziose anche nel purè di patate, gratinate e in una zuppa con zucca, sedano o funghi. E nella versione dolce, aggiungete alle castagne marmellata, crema o crema al cioccolato.


Crema di nocciole fatta in casa

come sbucciare le castagne©Domitille Langot


Come cucinare le castagne, anche in casa!


Oltre le caldarroste: marmellata di castagne fatta in casa

Ingredienti

  • 300 g di castagne
  • 10 cl di miele di castagno
  • 1 baccello di vaniglia
  • 40 cl di acqua
  • 1 pizzico di fior di sale

Frullate le castagne per ottenere una farina. In una casseruola di ghisa, portate a ebollizione l’acqua, il miele, il baccello di vaniglia e i cereali. Aggiungete la farina di castagne. Cuocete a fuoco lento per 30 minuti, mescolando regolarmente. Quando lo sciroppo è parzialmente evaporato, rimuovete il baccello di vaniglia e continuate a mescolare. Aggiungete il fior di sale. Versate in un barattolo precedentemente sterilizzato e conservate la marmellata di castagne fatta in casa al fresco.


confetture di castagne

©Domitille Langot

 


Crema di castagne speziata

Ingredienti

300 g di castagne
5 cl di miele di castagno
35 cl di latte vegetale di riso
1 cm di zenzero
1 cucchiaino di cannella in polvere
3 anici stellati

Sbucciate e grattugiate lo zenzero. Poi, frullate le castagne per ottenere una farina. In una casseruola di ghisa, portate a ebollizione latte vegetale, miele, zenzero, cannella e anice stellato. Aggiungete la farina di castagne. Cuocete a fuoco lento per venti minuti mescolando regolarmente. Rimuovete l’anice stellato, poi mescolate. Versate in una barattolo precedentemente sterilizzato. Conservate il tutto al fresco.


L’irresistibile crema di cioccolato e castagne

Ingredienti

180 g di castagne
100 g di burro
180 g di cioccolato

Frullate le castagne per ottenere una farina. In una casseruola, sciogliete il cioccolato e il burro. Aggiungete la farina di castagne. Mescolate tutto. Versate in un vasetto precedentemente sterilizzato e conservate la vostra crema al fresco.


dolci con le castagne

©Domitille Langot


E con un paio di cucchiaiate in più, i muffin!

Aggiungete alla crema di castagne 3 cucchiai di panna fresca e 4 uova con i bianchi montati a neve. Versate il tutto all’interno di alcune tazze da muffin e cuocete per 25 minuti a 180° C.

 

Quattro dolci a base di verdura


E le foglie delle castagne?

Ecco quattro idee per utilizzare le foglie delle castagne. Prima selezionate quelle verdi e sane. Lavatele. Lasciatele asciugare 48 ore all’aria aperta. E poi? Mettetele quattro ore in forno con riscaldamento ventilato a 45° C. Infine, schiacciate le foglie stringendole tra le mani. Conservate tutto in una scatola ermetica.


Tintura vegetale, mica male

Se la vostra t-shirt bianca ha perso la sua lucentezza e ha un aspetto un po’ spento, avete bisogno della tintura con foglie di castagne. Otterrete degli splendidi riflessi dorati per i vostri tessuti chiari.


Ecco come fare:

  • Scegliete un tessuto di lino, cotone o lana.
  • Lavatelo con sapone di Marsiglia.
  • Immergetelo in una ciotola di acqua fredda con aceto bianco per aiutare i pigmenti ad attaccarsi (1 dl per litro d’acqua).
  • Versate 40 g di foglie in una casseruola. Aggiungete 1 litro d’acqua. Portate a ebollizione, quindi lasciate sobbollire e coprite tutto per un’ora. Filtrate. Immergete il tessuto nel bagno di tintura. Cuocete a fuoco lento, mescolando regolarmente per un’ora.
  • Lasciate raffreddare nel bagno di tintura. Risciacquate e lasciate asciugare il tutto lontano dalla luce.

tintura realizzata con foglie di castagne


Tinture naturali con bucce e frutti di stagione


Infuso contro il mal di gola

È l’ideale per i primi mal di gola autunnali. Versate 5 g di foglie di castagne essiccate in una casseruola con 25 cl di acqua fredda. Portate a ebollizione, quindi continuate a cuocere a fuoco lento per quindici minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il tutto con il coperchio. Filtrate. Adesso potete fare i vostri gargarismi tre volte al giorno.

Inoltre, potete sfruttare le proprietà antibatteriche di questo infuso. Per contrastare il suo sapore amaro, aggiungete miele di castagno e alcune gocce di succo di limone.


Riflessi marroni per una capigliatura autunnale

Per ottenere dei riflessi marroni dorati, fate bollire 10 g di foglie secche in 50 cl di acqua. Lasciate cuocere a fuoco lento per quindici minuti. Fate raffreddare. Filtrate. Aggiungete 1 cucchiaio di aceto di mele.

Usatelo dopo lo shampoo, dopo l’ultimo risciaquo. Massaggiate la testa per farlo penetrare bene e lasciate asciugare i capelli all’aria.


Per cacciare i ragni in modo naturale

Per far fuggire i ragni senza ucciderli, potete utilizzate le proprietà repellenti delle castagne.

Chi abita in campagna già lo sa: spesso si mettono rami di castagno sotto i letti e dietro i mobili.

La soluzione spray: fate bollire 50 cl di acqua con 10 g di foglie secche e ramoscelli. Lasciate raffreddare al coperto. Filtrate. Versate in un flacone spray e spruzzate nei posti dove ci sono i ragni.


Vivere senza supermercato: come pulire casa


bucce delle castagne

© Domitille Langot


Un cuore sotto la buccia

Cosa fare con la buccia delle castagne? Facile! Compost o pacciame.

Le bucce in ogni caso saranno perfette per le vostre piante. Mettetele sul fondo dei vasetti come un letto drenante.


 


decorazione con le castagne


Infine, con foglie, rametti e castagne, immaginate una bella decorazione stagionale.

Abbiate solo cura di fare asciugare le foglie per 3-4 giorni tra due fogli di carta assorbente.


Acchiappasogni per un autunno stellato

Fate passare un fi di ferro tra le punte delle castagne e pinzate poi anche le foglie. Formate un cerchio con il filo. Lasciate da 7 a 8 cm per realizzare un anello nella parte superiore, in modo da appendere l’acchiappasogni al muro.

Posizionate i diversi elementi in base ai vostri gusti. Legate le castagne prima di chiudere l’acchiappasogni e stringere il nodo.


 


acchiappasogni con le castagne


 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE