Cappone al forno, il re della tavola natalizia

Ma che cos’ha poi di speciale questo cappone, pietanza mitologica di cui parla addirittura il Manzoni nei Promessi Sposi (Renzo regala quattro capponi ad Azzeccagarbugli, fortunello), che ce lo fa preferire ai ginganteschi tacchini ripieni di americana tradizione sulle nostre tavole natalizie?

 

Un po’ di teoria

…Che non fa mai male. Il cappone è un pollo castrato dopo i due mesi di vita; la castrazione è praticata per permettere all’animale di prendere un po’ di peso e dare alla sua carne una maggiore morbidezza. Per essere venduto, il cappone deve essere stato castrato da almeno 70 giorni prima della vendita.


cappone


Come sceglierlo

Il cappone, per essere di qualità, deve avere un piumaggio lucente e variopinto, la testa piccola e le zampe sottili. Il peso può variare dai 2 ai 3 Kg.

Se scegliete un cappone già spiumato, come è più facile e comune che sia, verificate che la pelle abbia un colore uniforme e che sia senza macchie, e che le zampe siano lucide.


In cucina!

Ok, abbiamo scelto il miglior cappone sulla piazza. E ora, come lo cuciniamo?

Un’idea ce la dà il nostro produttore Bertero, che in questi giorni porta negli Alveari i suoi migliori capponi, e che ci consiglia su come cucinare il cappone al forno. Pronti?

 

Gli ingredienti:

  • 1 cappone
  • 2 rametti di rosmarino
  • 10 foglie di salvia
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • Pepe nero q.b.
  • Una birra scura

Per il contorno:

  • Quattro patate
  • Due broccoli
  • Due cipolle (non buttate via le bucce, ma scoprite come riutilizzarle qui)
  • Due carote

Prima di iniziare a trattare il cappone, procuratevi una grossa teglia che lo contenga e che gli lasci un po’ di spazio intorno.
Scaldate il forno ventilato a 180°C.
Preparate un trito di aglio, rosmarino, salvia qualche grano di pepe e sale grosso. Massaggiate dentro e fuori il cappone. Non c’è bisogno di burro o strutto, il grasso del cappone sarà sufficiente!
Aggiungete le cipolle, le carote e i broccoli tagliati a pezzettini.

Mettetelo a cuocere in forno, girandolo ogni tanto e aggiungendo a metà cottura una birra scura (33 cl) per sfumare, poi coprite con un coperchio o con carta argentata e portate a termine la cottura.


cappone in cottura


Provate a infilare una forchetta nella carne: se entra facilmente, significa che è cotta. Prima di toglierlo dal forno lasciate il cappone sotto il grill per una decina di minuti, in modo che si formi una bella crosticina.
Le verdure cuoceranno prima: a 40 minuti circa dall’inizio della cottura verificate con una forchetta e se sono cotte toglietele dalla teglia, tenendole al caldo sino al momento di servire.  

verdure


Attenzione! Cuocete le patate a parte, al forno o in padella: se unite al cappone, infatti, ne assorbiranno parte della sapidità e del sapore. Se preferite potete anche cuocere tutte le verdure a parte e poi unirle al cappone a 10 minuti dal termine della cottura. Ovviamente potete scegliere il contorno che preferite: l’importante è che le verdure siano di stagione!


cappone


Et voilà: Il Natale è in tavola! 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE