8 idee creative a base di mele

È arrivato il momento di riempire di mele i nostri cesti della spesa. Perché? Facile! Perché sono di stagione e perché, oltre ad essere buonissime così, ci sono tantissime cose che possiamo fare con loro (oltre alle torte, ovviamente). Gli esempi? Dal caramello al burro, dal pot-pourri alle ricette di bellezza. Eh già: resterete stupiti dalla quantità di cose che si possono fare con le mele. Noi oggi vi diamo 8 idee creative a base di mele, rigorosamente DIY.


Tre ricette per una casa profumata (al naturale)


cesto mele© Domitille Langot


1. Caramello di mele per merenda

Ingredienti

  • 1 kg di mele
  • 200 g di zucchero semolato
  • 20 cl di panna da montare
  • 80 g di burro

Sbucciate e tagliate le mele a cubetti. In una casseruola di ghisa, versate lo zucchero. Aggiungete tre cucchiai di acqua. Scaldate a fuoco vivo, fino ad ottenere un caramello. Aggiungete al fuoco, a poco a poco e con cura per evitare schizzi, la panna. Mescolate ancora e aggiungete il burro abbassando il fuoco. Una volta sciolto, aggiungete i cubetti di mela al caramello. Lasciate stufare a fuoco lento per un’ora, mescolando di tanto in tanto. A questo punto versate tutto in un barattolo precedentemente sterilizzato. Lasciate raffreddare prima di mettere in frigo per un minimo di quattro ore.

E dopo? Se pensate che i vostri bambini lasceranno la pentola immacolata in frigorifero fino alla scadenza del caramello (tre settimane), è evidente che sottovalutate la loro immaginazione: lo mangeranno con la ricotta, con le crepes, i waffle, sui toast, oppure direttamente a cucchiaiate!


Spezie fatte in casa: tre ricette con scorze e bucce


caramello di mele© Domitille Langot

2. Burro di mele

Ingredienti

  • 800 g di mele
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 stecca di vaniglia
  • 100 g di burro
Sbucciate e tagliate le mele a cubetti.

Versate i cubetti  in una casseruola con 5 cl di acqua e il miele. Cuocete a fuoco basso, con il coperchio, per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. Quindi, fate rapprendere il composto a fuoco alto mescolando spesso per cinque minuti. Aggiungete il burro. Quando è sciolto, mescolate lentamente e versate in un barattolo precedentemente sterilizzato. Lasciatelo raffredare per almeno quattro ore.

E dopo? Irresistibile sui toast a colazione. E perché no, con un piatto di formaggi. Una goduria con con una toma di pecora, ad esempio.

Nella versione vegana: sostituite il burro con olio di cocco, purea di mandorle o di nocciole.


Crema di nocciole fatta in casa


burro di mele© Domitille Langot


3. Patatine di mele: una dieta gustosa

Tagliate le mele a fettine sottili e mettetele su una teglia da forno senza sovrapporle. Fatele asciugare in forno a 45°C ventilato. Altrimenti, lasciate lo sportello leggermente socchiuso, in modo che il vapore acqueo possa fuoriuscire. Tutto questo per sette/otto ore. È impossibile andare più veloce se si desidera preservare i preziosi enzimi e le sostanze nutritive. Quindi, se non avete molto tempo, ecco il trucco per ottimizzare la disidratazione: infilzate le mele con le bacchette di legno e posizionatele su una teglia.


gelatina di bucce di mele© Domitille Langot


4. Gelatina di bucce anti-spreco

Questa gelatina vi permetterà di non gettare via buccia o torsoli delle mele. Per coloro che non hanno compost o galline, non produrre scarti non è più così complicato. Ecco un’idea deliziosa per usarli… e valorizzarli!


Ingredienti

  • Bucce e torsoli di mele
  • 3 cucchiai di fiori di ibisco
  • Zucchero semolato
  • Succo di 1 limone
  • 1 g di agar-agar

Mettete le bucce e i torsoli in una casseruola. Copriteli interamente con acqua. Aggiungete i fiori di ibisco. Portate a ebollizione e cuocete a fuoco lento per 30 minuti. Filtrate bene e pesate il succo ottenuto. Calcolate l’80% del risultato ottenuto per misurare lo zucchero necessario. Es: per 50cl di succo serviranno 400g di zucchero.

Versate il succo, lo zucchero e il succo di limone in una casseruola. Portate a ebollizione e poi fate cuocere a fuoco lento per trenta minuti. Mescolate l’agar-agar in un po’ d’acqua fredda. Aggiungetelo alla gelatina e lasciate sobbollire per due minuti mescolando.

Versate in un barattolo sterilizzato. Lasciate raffreddare prima di metterlo in un posto fresco.

E poi? Gustate la gelatina di mele su fette di pane, usatela per farcire una torta, per addolcire un’infuso o per cuocere altra frutta…

Perché così tanto zucchero? Per la struttura e la conservazione della gelatina. Se la quantità vi spaventa diminuitela pure, ma in questo caso raddoppiate la proporzione di agar-agar e conservate il vasetto in frigorifero.

Altre idee per il recupero delle bucce di mela? Aromatizzare un brodo di pollo o un risotto, un’infuso o uno sciroppo di frutta.


La cucina zero sprechi, in cinque ricette!


Pot-pourri© Domitille Langot


5. Pot-pourri alla mela 

Ingredienti

  • Dieci fette di mele disidratate (v. sopra)
  • Un bicchiere di riso basmati
  • Tre o quattro bastoncini di cannella
  • 2 cucchiai di fiori secchi profumati (rosa e malva)
  • 3 gocce di olio essenziale di mela

Mescolate tutti i componenti del pot-pourri. Versateli nelle tazze. Mettete i contenitori su dei termosifoni accesi o sul bordo del camino o della stufa. Per profumare cassetti o armadi: tagliate una garza di cotone o un tessuto di organza a forma di quadrato. Mettete il pot-pourri al centro. Piegate gli angoli e legate tutto con l’elastico o un nastro.

Per ravvivare i pot-pourri: ricordatevi di mescolare gli ingredienti e aggiungete di tanto in tanto tre gocce di olio essenziale.


stencil© Domitille Langot


6. Piccoli stencil per grandi artisti

Materiale

  • Mele
  • Tempere di diversi colori
  • 1 pennello
  • Carta, stoffa, cartoncino…

Tagliate una mela a metà. Colorate la polpa con la tempera. Capovolgete la mela e poggiatela con decisione sul supporto scelto. Rimuovete delicatamente. Lasciate asciugare il tutto.

A seconda dei tuoi gusti, usa uno o più colori di vernice e mele di diverse dimensioni.

E dopo?  Ottime per timbrare i pacchetti regalo, creare etichette per i tuoi vasetti o personalizzare i quaderni dei bambini, biglietti di auguri, inviti… E perché no, per riciclare vecchi asciugamani o tovaglie coprendo le macchie indelebili (usando però un colore adatto ai tessuti).


candele© Domitille Langot


7. Quando la mela sostiene la candela

Materiale

  • Una mela
  • Una vite
  • Una candela
  • Piantine a scelta

Prendete una mela intera, estraete il torsolo con un levatorsolo e inserite al suo posto la vostra candela. Poi, create alcuni piccoli fori con una vite e inserite le vostre piantine nei buchi della polpa.

E dopo? Usatela come ornamento per una festa, come centrotavola o come regalo.

Grazie all’umidità della polpa della mela, le piante rimarranno fresche per almeno 3 giorni.


Del mandarino non si butta via niente!


crema preparata con le mele© Domitille Langot


8. Cosmepomologia: perché ne vale la pena

Ricca di polifenoli, vitamine e oligoelementi, la mela è ottima per qualsiasi preparato destinato a purificare, tonificare, nutrire la pelle e il cuoio capelluto. Unita al suo miglior alleato, l’aceto di mele, è veramente imbattibile.


> Tonico alla mela

Portate ad ebollizione 20cl di acqua distillata. Lavate e grattugiate una mela. Versate tutto in acqua bollente. Coprite e lasciate raffreddare. Filtrate bene. Aggiungete un cucchiaio di aceto di mele. Versate la lozione in un flacone spray precedentemente sterilizzato. Conservate in frigo.


> Maschera per i capelli alla mela

Mescolate la polpa di una mela con 1 cucchiaio di yogurt, 2 cucchiai di aceto di mele e 1 cucchiaio di miele. Stendete la maschera sui capelli massaggiando bene il cuoio capelluto. Avvolgete con un asciugamano. Lasciate agire dai 30 ai 60 minuti. Risciacquate abbondantemente.

Consiglio: per evitare l’ossidazione della mela, fate la maschera immediatamente dopo averla preparata.


3 ricette di bellezza a base di fiori


Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE