3 ricette di bellezza a base di fiori

Perché comprare cosmetici e prodotti industriali se uno può semplicemente andare dal suo orticoltore bio o cogliere qualche fiore nel proprio giardino? Scoprite queste 3 ricette di bellezza a base di fiori e lasciatevi conquistare dalla beauty routine 100% naturale!


Olio di pratolina

Vi ricordate la margheritina dei prati con cui facevate collane di fiori da bambini? Ha un segreto: è piena di buone proprietà! Si adatta a qualsiasi condizione climatica e può essere utilizzata per preparare un delicato olio di bellezza.


Tre ricette di bellezza fatte in casa


Ricetta di bellezza a base di pratoline

Pratoline ©Olivier Cochard


Vi servono fiori e un olio leggero:

Una trentina di pratoline secche (aggiustate la quantità secondo il contenitore)

Olio di sesamo (non lascia la pelle grassa e ha buone proprietà per l’epidermide)

Un contenitore sterilizzato


Cogliete le pratoline in un posto pulito (evitate i parchi molto frequentati dove i cani hanno marcato il loro territorio!). Portate con voi il contenitore che userete in modo tale da non cogliere più fiori di quanti vi servono. Lasciate i gambi, prendete solo la parte con i petali. Per quanto riguarda la quantità, ricordatevi che i fiori perdono molto volume quando vengono essiccati.

A casa, sciacquate le pratoline e ponetele su uno strofinaccio pulito affinché si secchino all’aria aperta per qualche giorno. Quando saranno perfettamente secche, riempite il contenitore con le pratoline fino ai due terzi. Aggiungete l’olio di sesamo fino a coprire i fiori. Chiudete il contenitore in modo da lasciare entrare l’aria perché la preparazione deve respirare per poter macerare. Ponete il contenitore alla luce, ma non direttamente sotto il sole, e lasciate macerare da 3 a 7 settimane mescolando ogni tanto.

Quando è pronta, filtrate la vostra pozione schiacchiando bene i fiori e conservatela in un flaconcino al riparo dalla luce.

Quando filtrate la preparazione, questa diventa più fragile e può ossidarsi. Se non volete aggiungere conservanti (sempre naturali!), potete anche lasciare le pratoline nell’olio e prelevare ogni giorno la quantità di olio filtrato che vi serve.


Cura naturale della pelle per principianti


Macerato di carota

Le carote sono amiche della pelle e favoriscono l’abbronzatura! La carota è ricca in betacarotene, un vero toccasana per la nostra salute, ed è quindi un ottimo alleato dell’epidermide e dei capelli dopo l’inverno.


Ricetta bellezza a base di carote

Macerato di carote ©Olivier Cochard


Ingredienti:

2 carote bio

Olio di semi di girasole o meglio di jojoba

Un contenitore sterilizzato


Prima di grattugiarle, pulite le carote senza togliere la buccia che contiene la maggior parte dei benefici. Lasciate essiccare le carote grattugiate su un canovaccio pulito per un giorno (o fuori sotto il sole o al forno o semplicemente all’aria aperta in casa, ma ci vorrà più tempo). Una volta secche, versatele nel contenitore e coprite con l’olio. Lasciate macerare al riparo della luce e del calore per circa 3 settimane mescolando ogni tanto. Poi filtrate.

Potete usare il macerato per struccarvi. Darà un bell’aspetto alla vostra pelle. Prima di esporvi al sole, ricordatevi di mettere un po’ di olio di carote sul viso per prepare la pelle e per mantenere l’abbronzatura più a lungo.


Olio rilassante alla lavanda

Lenitivi, antisettici… I fiori di lavanda sono pieni di fantastiche proprietà. Più delicata di un olio essenziale, questa preparazione è perfetta per gli amanti della lavanda con la pelle sensibile.


Ricetta di bellezza a base di lavanda

Lavanda ©Olivier Cochard


Ingredienti rilassanti:

Spighe di lavanda (dal vostro giardino o comprate in erboristeria)

Olio di sesamo bio

Un contenitore


La lavanda è già un fiore secco. Disponete i fiori di lavanda in un piccolo barattolo di vetro e copriteli con l’olio di sesamo, ottimo per i massaggi. Dovete coprire bene tutti i fiori perché se alcuni rimangono esposti all’aria rischiano di marcire. Chiudete il barattolo e lasciate macerare per 3 settimane al riparo della luce.

Dopo 3 settimane, l’olio dovrebbe profumare tantissimo. Potete allora filtrarlo. Etichettate il barattolo per essere sicuri di non sbagliarvi (questa preparazione non deve mai essere mangiata!).

Quest’olio è perfetto per i massaggi, per lenire i fastidi di una pella arrossata dal sole, per idratare le mani secche d’inverno…


E se volete prendervi cura anche della casa in modo 100% naturale, ecco come fare le pulizie di primavera: per una casa che respira (e noi con lei)


Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE