Oui !
Oui !

Autoproduzione: il burro Vegano

Volete provare nuove e mirabolanti esperienze culinarie? Eccone una che farà piacere sia ai vegani che ai golosi: il burro di frutta di stagione. Che ne dite di provare un buon burro di mele?

In questa cassetta, tutti gli ingredienti che servono per il “falso” burro…bestiale, no? ©Olivier Cochard

In questa cassetta, tutti gli ingredienti che servono per il “falso” burro…bestiale, no? ©Olivier Cochard

Cosa c’è di più banale di spalmare su una fetta di pane fresco una buona quantità di burro? Il burro è in effetti uno degli ingredienti utilizzati più spesso nella nostra alimentazione e con un’enorme varietà: burro DOP, burro chiarificato, burro dolce, semi-dolce, burro salato e semi salato…quante confezioni diverse vi capita di contare quando andate a fare acquisti in giro?

 Piccole mele che diventeranno burro…. ©Olivier Cochard

Piccole mele che diventeranno burro… ©Olivier Cochard

Il burro vegetale (senza lattosio)

La rivoluzione alimentare è in atto e sempre di più il mercato e la popolazione si sta orientando sui prodotti dietetici e sani che possono rimpiazzare del tutto o in parte ingredienti grassi o meno salutari.
Così per andare dietro a questa tendenza ho provato a produrre in casa il mio burro fatto di frutta di stagione.
Che voi siate intolleranti al lattosio, vegetariani o che abbiate semplicemente voglia di cambiare le vostre abitudini, tutte le ragioni sono buone per provare questa ricetta!

Come si fa il burro vegetale?

Questa ricetta, proveniente dal Québec, è di una semplicità estrema e mette insieme frutta di stagione (la mela) e olio di cocco, ricco di acido laurico e prezioso per far abbassare il tasso di colesterolo dannoso nel sangue.

Il risultato è un burro a base di frutta che contiene 2 volte meno di grassi della sua controparte a base di latte (composto da minimo l’82% di materie grasse) che favorisce l’assimilazione degli omega 3 e 6 e ben più ricco di fibre rispetto alla controparte fatta con il latte.

Per non farci mancare nulla è una vera delizia, senza contare la soddisfazione di dire in giro che si è fatto il burro con le proprie mani!

Tanto semplice quanto buono… ©Olivier Cochard

Tanto semplice quanto buono… ©Olivier Cochard

Gli ingredienti del Burro Vegano

  • 100 grammi di olio di cocco
  • 4 mele dell’Alveare
  • 1 pezzo di zenzero fresco
  • Scorze di un limone verde
  • 1 goccia di sciroppo d’acero o di zucchero rosso (tipo rapadura o muscovado, è possibile trovarlo nei supermercati biologici)
  • Un pizzico di sale

Prima di tutto risciacquate le mele con acqua pulita e tagliatele in quarti, avendo cura di togliere il picciolo e i semi. Lasciate la buccia che apporta sostanze nutritive e più sapore.
Cuocete a fuoco basso le mele aggiungendo acqua e mescolate con la scorza di limone fino ad ottenere una salsa cremosa. Sciogliete l’olio di cocco e mescolatelo alla salsa insieme al sale, allo zenzero e allo sciroppo acido. Continuate a mescolare fino ad ottenere una purea liscia e senza grumi. Versate tutto in un barattolo di vetro o una scatola di burro e lasciate riposare in frigorifero per almeno 4 ore.
Ed ecco pronto il burro da spalmare e da utilizzare nella produzione di dolci o per friggere tutto quello che volete, dalle verdure alle frittelle!
Un consiglio in più? Usatelo anche come maschera facciale: idratante e poco costosa!

Sarete stupiti da quanto è buono… ©Olivier Cochard

Sarete stupiti da quanto è buono… ©Olivier Cochard

Le varianti

Si può modificare a piacere la frutta utilizzata: pere, kiwi, arancia…tutto è permesso (e se trovate una variante particolarmente buona, scrivetecelo!)

Attenzione: il burro di frutta si conserva per 3 o 4 giorni al massimo e la ricetta è ideale da realizzare con la frutta matura.

—-
Questo articolo è stato tradotto e adattato da https://magazine.laruchequiditoui.fr/

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook E per scoprire l'Alveare che dice Si! vieni su way

Riguardo a

Claudia Bonato

Claudia Bonato

Diplomata in Grafica Pubblicitaria, mette per poco da parte il lato artistico per dedicarsi anima e corpo ai codici di programmazione. Poi ci ripensa e riprende in mano tutto, scrittura compresa. Gestisce la comunità dell'Alveare online e cerca di trovare sempre nuovi modi per vivere in completo contatto con la Natura. http://www.alvearechedicesi.it

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>