Gnocchi primaverili

Questo piatto ha tutto: è fresco, agrumato, c’è la verdura, e ha anche una nota croccante. È come mangiare la primavera… letteralmente! Per questa ricetta useremo due grandi protagonisti di questa stagione: gli asparagi e i piselli.

Gli asparagi sono un ortaggio molto particolare, crescono da soli come bastoncini piantati nel terreno e possono essere di vari colori. Il violetto e il verde sono così a causa della clorofilla, che è un pigmento attivato dalla luce solare. Mentre gli asparagi bianchi sono bianchi perché vengono coltivati con pochissima luce solare, lo sapevi?

Sono anche estremamente versatili; possono essere mangiati crudi, bolliti, arrostiti, al forno o al vapore. A livello nutrizionale, sono un’ottima fonte di fibre, il che significa che sono un ottimo cibo per i batteri che vivono nel nostro intestino, cioè per il nostro microbiota, e per questo li consideriamo prebiotici. Hanno anche alte quantità di vitamina C, folato e ferro.

I piselli sono legumi della famiglia della soia e dei ceci. Sono ricchi di proteine vegetali e hanno anche una quantità incredibile di fibra! Mezza tazza di piselli cotti contiene 4 grammi di fibra, che è il 10% del fabbisogno giornaliero!

Per gli gnocchi useremo una cottura non convenzionale e lasceremo le verdure sbollentate per mantenere la loro freschezza. Infine, aggiungeremo i condimenti che daranno tutta la personalità a questo piatto. Quindi, senza ulteriori indugi, ecco cosa vi servirà per questa ricetta e come prepararla:

Ingredienti per 3-4 persone:

  • 1 confezione di gnocchi
  • 1 mazzetto di asparagi
  • Circa 300 grammi di piselli freschi (senza baccello)
  • 1 cucchiaio di burro di buona qualità o ghee (burro chiarificato)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe
  • ½ panetto di feta
  • Foglie di menta per la decorazione
  • Succo di ½ limone
  • Scorza di 1 limone

Cosa fare?

Prima di tutto, devi togliere i piselli dai loro baccelli… sì, è un lavoro un po’ laborioso ma ne vale la pena, perché i piselli freschi hanno un sapore molto deciso, dolce e fresco. Poi, sciacqua gli asparagi con un po’ d’acqua e taglia solo la parte bianca alla fine, non è necessario pelarli, la buccia è dove c’è più fibra! Taglia gli asparagi a pezzi di circa 2-3 cm.

Porta l’acqua a ebollizione con 1 cucchiaino di sale. Una volta in ebollizione, aggiungi i piselli e sbollentali per 4-5 minuti finché non avranno un colore verde brillante. Senza buttare via l’acqua, scolali con un cucchiaio forato e mettili in un colino, poi passali sotto un getto di acqua fredda per fermare la cottura. Puoi metterli da parte in una piccola ciotola.

Nella stessa acqua (perché qui siamo professionisti del risparmio idrico!), fai bollire gli asparagi per circa 3-4 minuti e ripeti lo stesso processo dei piselli. Mettili da parte insieme ai piselli e non buttare ancora via l’acqua!

Dopodiché, aggiungi gli gnocchi all’acqua bollente e abbassa il fuoco a fiamma media. Il modo per sapere che sono pronti è quando galleggiano, ci vorrà pochissimo, circa 2-3 minuti. Scola gli gnocchi e mettili in un colino con un filo di olio d’oliva sopra per evitare che si attacchino tra loro.

In una padella profonda, scalda il burro e 1 cucchiaio di olio d’oliva a fuoco medio-alto.

Aggiungi gli gnocchi e saltali finché non sono leggermente dorati e croccanti. Una volta pronti, aggiungi i piselli e gli asparagi e saltali per circa 2-3 minuti.

Spegni il fuoco e aggiungi il succo di limone, sale e pepe.

Infine, con le mani, sbriciola il formaggio feta in piccoli pezzi e cospargilo sopra. Aggiungi la scorza di limone e le foglie di menta e, come tocco finale, un po’ di olio d’oliva per dare più sapore.

 

Goditi questo super piatto in comunione se preferisci, cioè, servilo a tavola direttamente nella padella in modo che tutti possano servirsi da soli.

E ora, buon appetito!

 

Articolo scritto da Lucía Pichardo Sánchez, The Good in Food

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *