Pesce pescato o allevato? Scopriamo le differenze

Se siete consumatori abituali di pesce ve lo sarete sicuramente chiesti almeno una volta: che differenza c’è tra il pesce pescato e quello allevato?


 


La nutrizione dei pesci è la chiave

L’acquacoltura oggigiorno è diventato un vero business. Gli allevamenti di pesce sono il triplo di quelli di carne bovina. Tuttavia, come ci spiega il fidato produttore dell’Alveare Pescevia (di cui vi abbiamo parlato qui) ci sono enormi differenze tra i diversi allevamenti di pesce. Molti allevamenti oggi sono controllati, ma per sapere cosa mangiamo quando scegliamo la classica orata allevata del banco pescheria del supermercato dovremmo prima sapere con che cosa i pesci vengono nutriti.


pesce fresco


Spesso infatti i pesci d’allevamento vengono allevati con l’ausilio di sostanze chimiche che accelerano la crescita, così da garantire sempre le quantità richieste dal mercato. In questo modo, anche le dimensioni dei pesci cambiano.

Pesci adulti che in natura pesano circa 20 kg, se allevati, per soddisfare il mercato, non peseranno neanche la metà.


Evviva il pesce povero: perché sceglierlo e come mangiarlo


Il consumatore deve sapere che, se comprerà pesce di allevamento, nella maggior parte dei casi acquisterà un pesce che è nato in cattività e il cui sapore, come sottolinea Pescevia, non si avvicina minimamente a quello di un pesce pescato.


E il pesce pescato?

Per quanto riguarda invece il pescato, è presente qualche differenza chiave, che giustifica anche il prezzo maggiorato a cui viene venduto. Come ci ha spiegato Pescevia, il pesce pescato ha vissuto tutta la sua vita allo stato ”brado”, nuotando in totale libertà, cibandosi di ciò che trova in mare, tra cui piccoli microorganismi essenziali per la catena alimentare. Questo tipo di nutrizione gli conferisce le dimensioni maggiori rispetto agli stessi pesci da allevamento.



Tuttavia, una critica che potrebbe essere mossa a questo tipo di pesca riguarda la pulizia dei mari. Se il mare non è sano, come potrà esserlo il pesce che mangiamo? Anche in questo caso Pescevia ci risolve ogni dubbio: se il mare non fosse sano, sicuramente i pesci e i molluschi non sopravvivrebbero.

È vero, l’acqua non si ferma mai e fa presto a “rifarsi” dai danni subiti, ma non sempre. Ormai troppo spesso infatti si assiste a fenomeni di moria, soprattuto nei fiumi.


In conclusione



Per concludere quindi, il pesce pescato avrà sicuramente un sapore e una qualità superiore a quello d’allevamento. Per questo noi dell’Alveare abbiamo scelto di affidarci a Pescevia per le nostre consegne di pesce fresco direttamente dal porto di Cattolica.

Se la vostra scelta ricadesse sul pesce d’allevamento, è sempre bene verificare che la filiera sia controllata ed evitare l’allevamento intensivo.

In ogni caso, ricordate: anche il pesce ha una sua stagionalità e va rispettata. Comprate sempre pesce di stagione!


 

 

 

 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *