Marinata di pomodori al basilico

Di pomodori in questo periodo all’Alveare che dice Sì ne abbiamo a bizzeffe: e per una volta vogliamo smarcarci dalla solita caprese e preparare un piatto un po’ diverso! Ma non temete, niente di troppo complicato: per preparare questa marinata di pomodori e altre verdure di stagione basta solo agire con un po’ di anticipo. Pronti?


Ingredienti per 4 lungimiranti intenditori

  • 4 o 5 bei pomodori di diversa forma, varietà e colore
  • Qualche foglia di basilico
  • 1/4 di peperoncino
  • 1 cipolla rossa (o anche 2)
  • 1/2 peperone giallo o arancione
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe q.b.

1. I pomodori, prima di tutto

Fate bollire una pentola d’acqua. Rimuovete il peduncolo dai pomodori e immergeteli per 10 secondi nell’acqua bollente. Scolateli, passateli in una ciotola di acqua fredda e scolateli nuovamente. A questo punto sbucciate i pomodori e tagliateli in quarti. Conservateli in un piatto.


2. Le altre verdure, subito dopo

Con un coltello affilato tritate finemente il basilico. Tagliate anche il peperone, la cipolla, il peperoncino e l’aglio, il tutto a dadini molto piccoli. I più pigri potranno semplicemente tritare tutto insieme con un tritatutto, ma il risultato sarà molto meno bello esteticamente.


3- Abbiamo quasi finito

Salate e pepate i pomodori, aggiungete tutte le altre verdurine e cospargete generosamente con olio extravergine d’oliva. Coprite bene e dimenticatevi del vostro piatto per circa 2 ore.

Ed ecco il risultato!


pomodori marinati


NB: non aggiungete mai succo di limone o aceto. Non mettete mai i pomodori (marinati o meno) nel frigorifero.


Personalizzazioni approvate da L’Alveare che dice Sì!

Tutte quelle che volete, purché rispettiate i divieti di cui sopra. E se vi avanzano ancora due pomodori, provate anche a realizzare questa crema fredda!

Buon appetito!


 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

Riguardo a

Simona Cannataro

Simona Cannataro

Calabrese trapiantata a Torino, studia e lavora nella comunicazione fino a quando la passione per il cibo buono non la porta dritta all’Alveare che dice Sì! Quando non si occupa di postare sui social e scrivere sul blog, viaggia in Vespa alla ricerca di nuovi posti dove andare a mangiare.

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE