Un arcobaleno di carote!

Le carote sono un alimento che difficilmente non si trova sulle tavole degli italiani, soprattutto nel periodo in cui le insalate sono il pranzo ottimale!

Ma quanti di voi conoscono tutte le varietà, o meglio, i colori che queste possono avere?

Oggi vi faremo scoprire un “arcobaleno” di carote!

 

Le prime carote!

In origine la carota era di colore viola, come ci indicano testimonianze dell’antico Egitto, e da Iran, Afghanistan e Pakistan.

L’interesse per queste carote si è tuttavia sviluppato di recente in Australia dove, grazie alle ricerche effettuate presso l’Università del Queensland, sono state confermate le loro eccezionali proprietà benefiche per la salute e per la prevenzione e dei tumori.

 

Se da una parte è ovvio che le carote viola si cucinano in tutti i modi utilizzati per le carote arancioni, è anche vero che, per ottenere il massimo beneficio, soprattutto in termini di vitamine, sarebbe meglio consumarle crude.

Il centrifugato di queste carote (mixato magari con una mela) offre sicuramente un valido apporto di vitamine e di sali minerali, nonché un tasso di sostanze antiossidanti dodici volte superiore rispetto a quello degli altri tipi di carote.

 
Le classiche!

Nel 1720, gli Olandesi decisero di cambiare il colore originario di questa verdura in onore della dinastia regnante, gli Orange, e di qui ebbe inizio la trasformazione, che non avvenne in laboratori, come per le moderne “modificazioni genetiche”, ma nei campi olandesi, per selezione successiva, partendo da un seme di carota proveniente dall’Africa del Nord.

Nel giro di qualche anno questa varietà si espanse notevolmente, perdendo la semenza della prima tipologia.

Vista la sua composizione chimica, non è un mistero che venga suggerita nei regimi alimentari più sani.

Ma bisogna ricordare che questo ortaggio è benefico se integrato quotidianamente nella nostra cucina, e non solo sporadicamente!

 

Rosso passione!

Queste carote aumentano le difese contro le malattie dell’apparato cardiaco, e sono un’ottima scelta per prevenire alcuni tipi di tumore, come quello della prostata.

Contengono un’altissima concentrazione di luteina, una pro-vitamina A, che protegge la vista, soprattutto la retina, dai danni provocati dai raggi solari ed UV.

Al contempo, la luteina aumenta la densità del pigmento maculare, prevenendone la degenerazione.

Inoltre, aiuta la pelle a mantenersi giovane, avendo effetto antiossidante, e combatte l’ossidazione dei lipidi e del colesterolo cattivo, evitando così la formazione di ostruzioni nell’apparato vascolare.

 

Altri colori

Carote gialle: questa tipologia offre benefici molto importanti!
Per esempio, può prevenire la cataratta e fortifica le arterie.

Carote nere: sono ricche di antociani ( classe di pigmento), i quali contrastano l’attacco alle cellule da parte dei radicali liberi.
Mangiare carote nere è utile anche per tenere a bada il colesterolo cattivo nel sangue.

Carote bianche: un consumo regolare di carote bianche è utile per contrastare l’accumulo di grasso all’interno delle arterie.

 

Di qualunque colore esse siano, l’importante è farle rientrare nella nostra dieta alimentare!

Ma vi consigliamo di alternare le carote cotte con quelle crude, visto che alcune vitamine si deteriorano con la cottura!

Sono anche ottime per l’abbronzatura, quindi questo è il periodo perfetto per farne una scorpacciata!

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE