Il lungo viaggio del Riso

In Cina si coltiva da più di 7000 anni, mentre da noi è in uso da circa 500: stiamo parlando del riso, pianta dalle origini antichissime che però è comparsa relativamente da poco sulle nostre tavole.
Ormai diffusa ampiamente nel Nord Italia, la pianta del riso (Oryza Sativa) è originaria della zona di Giava dove è presente da circa 8000 anni e si diffonde velocemente in Cambogia e India, intraprendendo il viaggio verso l’Occidiente solo dopo millenni, quando approda in Mesopotamia nel IV secolo grazie alle spedizioni di Alessandro Magno in Asia.

Anche se già conosciuto da quasi mille anni la coltivazione del riso in Italia in quantità importanti comincia solo nel IV secolo, un periodo in cui guerre ed epidemie aiutavano la carestia a prendere sempre più piede e si rese indispensabile la coltivazione di un alimente dalla produttività alta- Nel 1468 si inaugurò quindi la prima risaia del Nord Italia, rendendo subito le provincie di Milano e Pavia le patrie di questo alimento.

Le varietà di riso

Si conoscono circa 100.000 le varietà di riso conosciute al mondo, ma in Italia le più diffuse sono:

  • Carnaroli: il preferito degli chef perchè permette una cottura lenta, è il più coltivato nelle zone di Vercelli, Pavia e Novara
  • Arborio: originario del vercellese, è perfetto per i risotti mantecati
  • Vialone nano: della zona del basso veronese è perfetto per minestre e minestroni ma anche per arancini e crocchette grazie alla sua compattezza
  • Venere: ricco di antiossidanti, proteine e minerali, è originario del Piemonte. Visto il caratteristico colore nero, viene utilizzato in buonissimi piatti scenografici

riso-italiano

Curiosità!

  1. Le primissime piantine di riso sono state trovate sulle pendici dell’Himalaya già 12 mila anni fa.
  2. Per tanto tempo in Cina, il riso è stato moneta di scambio e questa tradizione si è diffusa anche in Giappone: Toyota infatti vuol dire “generoso campo di grano”
  3. Fino al 1850 in Italia veniva coltivata solo una varietà di riso, il Nostrale, fino a quando un missionario Gesuita, Padre Calleri, portò dalle Filippine ben 43 varietà nuove.

E voi? Quante ricette conoscete con il riso? Condividetele con noi!

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

Riguardo a

Claudia Bonato

Claudia Bonato

Diplomata in Grafica Pubblicitaria, mette per poco da parte il lato artistico per dedicarsi anima e corpo ai codici di programmazione. Si occupa dell'Assistenza Tecnica del sito alvearechedicesi.it e gestisce l'Alveare di Cuorgnè. Devota del movimento Zero Waste passa intere giornate a cercare di capire come salvare il mondo. http://www.alvearechedicesi.it

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *