Insetti da mangiare: risorsa del futuro o moda passeggera?

Oggi voglio parlarvi di quello che viene considerato il cibo del futuro, e che in realtà in paesi come Cina e India è già la normalità: gli insetti.

L’interesse e la curiosità verso il trend di piatti e ricette a base di insetti viene confermato dalla crescita di siti e blog a riguardo, e dalla sempre più crescente domanda di questo cibo! Ma vediamo come è la situazione in Italia, e quali sono gli insetti più saporiti da portare in tavola!

 

L’Italia non è una Paese da insetti!

Al momento, la vendita di insetti per fini di consumo è vietata nel nostro Paese. Anzi, gli insetti sono considerati infestanti e non possono essere contenuti nemmeno in minima parte in alcun alimento.

Tuttavia, di recente, in seguito al cresciuto interesse, gli insetti interi sono stati inseriti a livello comunitario nell’elenco di ciò che viene definito novel food: questo significa che nei prossimi anni potrebbe cambiare la legislazione in merito.

E per chi proprio non riuscisse a resistere alla curiosità di provarli, gli insetti da mangiare si possono tranquillamente acquistare su Internet, importandoli da altri Paesi.

 

 

Ottime proprietà nutrizionali

La composizione nutrizionale degli insetti sembra destare particolare interesse; nonostante la dimensione ridotta, risultano particolarmente ricchi di proteine (fino al 77%), acidi grassi prevalentemente insaturi, e minerali. Più ridotto è invece il contenuto in carboidrati e vitamine.

Ovviamente, la composizione nutrizionale può variare a seconda della specie di insetto presa in considerazione, dello stadio di vita e soprattutto del luogo in cui viene allevato l’insetto stesso.
Per cui, anche in questo caso, è meglio informarsi su tipologia e provenienza del prodotto che si sta comprando!

 

Un menù variegato!

“Lo scorpione è buonissimo, sa di gamberetto, e il prosecco è ottimo con i bachi da seta!
Ancora meglio con il coleottero, che sa di nocciola.”

Queste sono le parole dei fratelli Antonio e Giuseppe Bozzaotra, pionieri del settore, che a Monselice (Padova) hanno fondato l’ azienda agricola Insetti Commestibili.

Loro suggeriscono lo scorpione ricoperto di cioccolato fondente, definendola una vera prelibatezza!
Ma esiste anche la vodka allo scorpione, una vodka barricata realizzato lasciando lo scorpione per un anno nella vodka, che da bianca diventa scura.
Un insetto sia da bere che da mangiare!

 

 

Il baco da seta, invece, oltre che essere ottimo con il prosecco, ha un gusto simile ai cereali, tipo i corn-flakes.
E’ quindi l’ideale per accompagnare uno spritz, costituendo una valida alternativa alle noccioline!

Inoltre, la sua dieta a base di foglie di gelso gli conferisce una texture di vaniglia, il che permette di utilizzare la farina realizzata con i bachi per cucinare diversi tipi di dolci (il Panettone al baco da seta potrebbe un giorno sostituire quello tradizionale!).

Ma le proprietà di questa piccola creatura non si esauriscono qui!
Il bozzolo da seta è un ottimo rimedio contro l’ acne; si immerge il bozzolo in acqua calda, lo si lascia cinque minuti in infusione, poi si passa l’ acqua sul viso, e nel giro di pochi giorni i brufoli dovrebbero sparire!

 

Insomma, sembra che le abitudini culinarie occidentali potrebbero essere riviste!
Tra qualche anno, in occasione di un aperitivo, potreste trovarvi a chiedere una ciotola di bachi da seta al posto delle noccioline, da accompagnare con un bel calice di prosecco!

 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE