Packaging naturale? Ci pensa Beeopak

Due amiche, un’idea coraggiosa e tanta creatività. Monica e Clarien hanno cominciato così a produrre packaging naturale. In altri paesi questo tipo di confezione è già molto diffuso, mentre in Italia per molti è ancora uno sconosciuto. Ma non ancora per molto! Beeopak, l’azienda che vi presentiamo oggi, ha già fatto molto in questa direzione e le due donne alla guida di questa splendida realtà ci raccontano qualcosa di più sulla loro esperienza.

Durante uno dei suoi viaggi all’estero, Clarien scopre il packaging naturale. Entusiasta, decide di portarlo in Italia. Così comincia una lunga ricerca che mira a individuare i giusti ingredienti per realizzare un prodotto ecologico e di qualità. Per sua fortuna, lungo il cammino incontra Monica, che decide di lanciarsi in questa impresa insieme a lei. C’è il desiderio di portare alle persone qualcosa di nuovo e di utile per aiutare l’ambiente e per evitare gli sprechi.


confezioni beeopak

Lanciare questa impresa non è stato facile. Il nemico più grande, come sempre, ha un nome ben preciso: burocrazia. Una delle prime difficoltà è stata individuare la categoria di questo prodotto, che in Italia ancora non esisteva. Nonostante le attese Monica e Clarien sono riuscite a dare vita a Beeopak, che oggi è diventato il loro impegno a tempo pieno.


Gli ingredienti

Gli ingredienti che usa Beeopak sono principalmente locali. L’Italia è ricca di piccoli produttori con i quali è possibile costruire un rapporto diretto, di fiducia… perché cercare altrove? C’è la sensazione di partecipare tutti insieme a qualcosa di più di una semplice attività. Tra le varie persone con cui entrano a contatto c’è Girba, produttore di miele biologico, che fa parte dell’Alveare che dice Sì! È anche grazie a lui che hanno trovato la cera d’api, uno degli ingredienti fondamentali per il loro packaging naturale.

Un altro ingrediente molto importante è certamente l’olio di nocciola, che ha richiesto una lunga fase di sperimentazione. È particolarmente adatto a questo prodotto perché non unge e facilita la conservazione della cera d’api. Poi, c’è il cotone, biologico e con tinture a basso impatto ambientale. Questi primi tre ingredienti hanno la certificazione biologica, perché Beeopak sceglie una produzione sostenibile.

Infine, c’è la resina di pino ad uso alimentare, che per ora Monica e Clarien non comprano in Italia, ma sperano presto di riuscire a trovare qualche produttore locale per rimediare.


confezione beeopak© Clarien


Perché Beeopak

Clarien e Monica impiegano veramente poco tempo a convincerci della qualità del loro packaging naturale. Prima di tutto, Beeopak permette di conservare il cibo fresco per un periodo più lungo rispetto alle normali confezioni. Poi, è molto facile e pratico da usare.


confezione beeopak© Clarien


Bastano pochi secondi per avvolgere un formaggio o un contenitore, senza combattere con quella fastidiosa pellicola che si attacca su se stessa. È un prodotto ecologico. Significa che rispetta l’ambiente, sostiene i prodotti del nostro territorio ed evita inutili sprechi di plastica. Inoltre, il prodotto è lavabile e riutilizzabile. Basta prenderci un po’ la mano e imparare a lavarlo con delicatezza, e per almeno un anno non avrete più problemi. In questo modo potete risparmiare quei soldi che ogni mese avreste speso per comprare carta di alluminio o pellicola.


Un lavoro che diventa passione

Uno degli aspetti più piacevoli del lavoro di Monica e Clarien? Sicuramente è la ricerca e l’incontro con i produttori. Durante la fase di ricerca degli ingredienti hanno parlato con diverse persone che portano avanti la loro stessa filosofia: prodotti biologici, di qualità e rispettosi dell’ambiente. Senza rendersene conto sono diventate parte di una comunità desiderosa di superare metodi di produzione inquinanti, per riscoprire il piacere di ciò che è naturale.

Questo lavoro, però, gli permette soprattutto di essere creative. Basta dare uno sguardo alle fantasie del loro packaging naturale per capire quanta cura e quanta passione riversano nei loro prodotti. L’idea di crescere e migliorare le spinge a fare sempre meglio. Per questo Beeopak continua a diffondersi e a fare breccia nei cuori delle persone.


confezioni beeopak© Clarien


Verso un pianeta più pulito

La gente sempre più spesso sceglie prodotti come Beeopak. Nonostante la plastica sia ancora molto diffusa, tanti pensano a delle alternative. C’è una sensibilità sempre maggiore verso gli sprechi e il rispetto dell’ambiente. Girare nelle fiere, portare in giro questo packaging naturale significa informare la persone dell’esistenza di un prodotto che può diventare parte della loro quotidianità. La speranza di Monica e Clarien è quella di proseguire lungo questa strada, sostenute dalla infinita creatività che si riflette nei loro prodotti, disponibili in numerosi Alveari sparsi per l’Italia.


 

 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *