Astuzie per affrontare il caldo (rispettando l’ambiente)

Quando le ondate di caldo arrivano sull’Italia in estate, ci lasciamo tutti conquistare dall’aria condizionata, dalle bottigliette d’acqua vendute per strada, dal ventilatore acceso tutta la notte… Sia in ufficio che a casa, questi sono spesso i primi gesti ai quali pensiamo per rinfrescarsi. Però sembra un po’ paradossale tenere dei discorsi ecologici tutto l’anno e allo stesso tempo fare queste eccezioni a luglio e ad agosto. Come fare allora? Esistono alcune astuzie rispettose dell’ambiente per affrontare la canicola: eccole!


estate cappello


I paradossi dell’ecologia


1. Piante dappertutto!

Le piante, come sappiamo, sono un sistema di climatizzazione naturale perché rilasciano ossigeno tutto il giorno. Le piante non solo assorbono il calore (e il rumore!), ma rilasciano anche umidità. Sono quindi essenziali quando fa caldo per abbassare la temperatura di qualche grado, ovunque siate.


2. Letto a baldacchino

Quando fa molto caldo, si consiglia spesso di rimanere a casa nelle ore più calde. Dopo aver aperto le finstre di notte e al mattino per rinfrescare la casa, abbassate le tapparelle e chiudete le persiane fino alla sera. È l’unico modo per conservare il fresco senza aria condizionata. Un piccolo consiglio: prima di addormentarvi, potete appendere qualche lenzuolo bagnato in camera come se aveste un letto a baldacchino. Un gesto economico e romantico, che rinfresca notevolmente l’atmosfera.


lenzuola letto


3. Staccate gli elettrodomestici

Il computer, la TV, insomma gli schermi in generale sono fonti di calore. Staccateli e dedicatevi alla lettura durante le lunghe sere d’estate.


4. Il ventaglio: un must have nella borsa

Niente più ventilatore: sostituitelo con il ventaglio. Occupa poco spazio nello zaino ed è molto chic: due motivi che già bastano per adottarlo! Agitare quel piccolo oggetto di legno e carta vi offrirà, oltre al vento fresco e al tocco di fantasia, anche un’aria misteriosa. Ed è anche utile per scacciare mosche e zanzare fastidiose! 😉


ventiglio


5. Il tè marocchino

È LA bevanda tradizionale nei paesi del Maghreb per accogliere gli ospiti: il tè verde, ottenuto dall’infuso di foglie di tè verde (per esempio il gunpowder) e di menta (e un po’ di zucchero se volete). Bere bevande fresche d’estate richiede uno sforzo da parte del corpo, il quale deve “scaldare” il liquido perché abbia la sua stessa temperatura. Quindi il corpo produce calore, mentre l’obiettivo era di rinfrescarlo. Invece bere il tè caldo ci fa sudare per far recuperare al corpo i suoi normali 37°C. Choukrane!


Ghiaccioli fatti in casa: tre ricette buone e très chic


6. Menta ghiacciata

La menta rinfresca l’alito, ma non solo. Masticare una foglia di menta fresca o mettere una goccia di olio essenziale di menta piperita nella cavità del braccio provoca subito una sensazione di freschezza. Brindiamo quindi all’estate e all’anno passato con un moji-tè, la versione analcolica del classico mojito fatta con tè verde. Da bere con sottofondo di musica cubana.


Come realizzare ghiaccioli fatti in casa!


 7. I piedi al fresco

Piuttosto che mettere la bottiglia di vino nel secchiello per il ghiaccio, mettiamoci i piedi! Sedetevi sul divano con i piedi in una bacinella colma d’acqua ghiacciata, chiudete gli occhi e sognate la riva di un ruscello in montagna con il canto degli uccelli…


piedi secchiello ghiaccio


8. Il gazpacho

Barbabietola, peperoni e cipolle, pomodoro e anguria, cetriolo e menta, melone e finocchio… ci sono mille ricette di gazpacho per variare i gusti. Una volta ricetta del povero contadino, il gazpacho è diventato oggi la ricetta chic in estate. Questa zuppa servita fredda è molto dissetante (e molto “instagramabile”!).  


3 ricette di conserve, per catturare l’estate in un barattolo.


9. La ricetta africana

La chiamano gnamankoudji, gnamacoudji o gnamakoudji, dei nomi che derivano da “dioula” che significa “acqua piccante”. Si tratta di una bevanda molto famosa in diversi paesi africani fatta con la radice dello zenzero, lo zucchero e il limone. È davvero rinfrescante. Facile da fare in casa, è famosa per i suoi benefici per la salute e… il suo effetto afrodisiaco (da confermare?). Curiosi? Ecco la ricetta!


Ingredienti per 2 litri di bevanda:

500 gr di zenzero

2 litri d’acqua

Il succo di mezzo limone

100 gr di zucchero

Una bustina di vanillina (o meglio: un baccello di vaniglia)

Qualche foglia di menta fresca


Sbucciate e pulite le radici di zenzero. Tagliatele a pezzi e frullate i pezzi con l’acqua finché ottenete un impasto omogeneo. Aggiungete il resto dell’acqua e il succo di limone. Mescolate e lasciate macerare per un’ora. Filtrate il succo prima di aggiungere lo zucchero, la vanillina e le foglie di menta. Mescolate per bene prima di servire perché lo zenzero tenderà a disporsi in fondo della bottiglia.


limone bevanda


 

 

Se ti piacciono i nostri articoli, clicca like sulla nostra pagina Facebook e per scoprire l'Alveare che dice Si! visita il nostro sito web

commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
YOUTUBE